Comunicati Stampa

Una 24^ edizione indimenticabile assegna a Faggioli l’assoluto ed il record. Per Il campionato italiano pari punteggio con Merli che ha vinto gara1.

Una fantastica edizione della Sarnano-Sassotetto arricchita dalla notevole performance dei protagonisti del CIVM, ha consegnato agli appassionati un nuovo record del percorso da parte di Simone Faggioli addirittura impensabile alla vigilia e un duello davvero avvincente con Christian Merli. Il loro duello al vertice sta arricchendo il mondo delle cronoscalate italiane ed europee. Con queste prestazioni e con l’accresciuta qualità dei partenti la corsa sarnanese, ottimamente organizzata dall’AC Macerata e dall’ASD AC Macerata torna ad essere punto di riferimento della specialità. Per il campionato italiano Faggioli e Merli se ne vanno da Sarnano a pari punteggio, con Merli con l’Osella 2000cc che ha prevalso in gara1 ed il toscano che ha risposto in gara2 dove ha espresso meglio la sua competitività con la conoscenza del percorso. Faggioli nelle prove del sabato era stato bloccato sotto la pioggia da un serio problema al differenziale della sua Norma-Zytek da 3000cc che era reduce dall’incidente in Spagna. Dopo il gran lavoro completato a notte fonda dai tecnici della Best Lap, in gara è riuscito a limare 15”8 dal record precedente di Scola, in una sequenza di prestazioni senza precedenti: sia Faggioli che Merli e Scola sono saliti in entrambe le gare di oggi sotto il record. Dietro i due marziani Faggioli e Merli, distanziati nell’assoluta di tre secondi netti, il calabrese della Jonia Corse con due terzi posti è salito meritatamente sul terzo gradino del podio dell’assoluta. Fantastico duello anche nel gruppo CN tra i due piloti Osella Rosario Iaquinta e Omar Magliona, con il calabrese due volte davanti al pilota sardo. Migliore delle monoposto il trentino Adolfo Bottura (Lola-Zytek) che è riuscito a prevalere sul pistoiese Franco Cinelli. In E1 Italia vittoria il teramano Marco Gramenzi (Alfa 155) ha dovuto lottare con un tenace Piero Nappi (Ferrari 550). Tra i protagonisti anche il bolzanino Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer (gruppo A), il vicentino Roberto Ragazzi su Ferrari 458 (gruppo GT), il salernitano Cosimo Rea su Citroen Saxo (gruppo N), il brindisino Ivan Pezzolla su Mini Cooper S (gruppo Racing Start). Miglior marchigiano è risultato il maceratese Francesco Carini (Osella-Honda) 12° assoluto, che ha vinto il 4° Memorial Giovanni Battistelli, mentre i due premi speciali dell’AC Macerata sono andati al sardo Giuseppe Giacomo Vacca (miglior under 25) ed al siciliano Salvatore D’Amico (pilota proveniente da più lontano). Nella classifica femminile ha prevalso l’umbra Deborah Broccolini (Citroen C1). Nelle due gare di contorno sono risultati vincitori l’ascolano Gianlindo Filiaggi (Opel Calibra) nel gruppo E3 ed il maceratese Andrea Stortoni (Ford Lotus Cortina) tra le storiche. Peccato per le defezioni per noie meccaniche tra i papabili protagonisti di Fulvio Giuliani, Marco Sbrollini, Ignazio Cannavò ed Armin Hafner. La giornata è iniziata con l’ascesa delle due Citroen DS3 dell’Associazione Salute & Guida, che prosegue sempre l’opera di sensibilizzazione sulla guida consapevole dal punto di vista della sicurezza.

Classifica assoluta: 1° Faggioli (Norma M20FC-Zytek) in 7’37”30; 2° Merli (Osella Pa2000-Honda) 7’40”30; 3° Scola (Osella Pa2000-Honda) 7’56”64; 4° Iaquinta (Osella Pa21Evo-Honda) 8’15”66; 5° Magliona (Osella Pa21Evo-Honda) 8’17”87; 6° Bottura (Lola-Zytek) 8’20”04; 7° Cinelli (Lola-Zytek) 8’24”43; 8° De Gasperi (Radical-Suzuki) 8’44”70; 9° Vacca (Tatuus F.Master) 8’52”76; 10° Gramenzi (Alfa Romeo 155ITC) 8’53”01.

Informazioni

Data di pubblicazione03/06/2014
AutoreUfficio stampa Trofeo Scarfiotti - Giuseppe Saluzzi
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Sarnano
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata