Comunicati Stampa

XXXIII EDIZIONE DELLA MILLE MIGLIA – Macerata, Recanati e Sarnano protagoniste del passaggio in provincia

Torna a Macerata e nel suo splendido territorio la corsa più bella del mondo. La trentatreesima edizione della Mille Miglia è stata presentata lo scorso venerdì 20 febbraio in conferenza stampa nella sala consiliare del Comune di Macerata alla presenza del sindaco Romano Carancini, del presidente Ac Macerata, Enrico Ruffini, del presidente Mille Miglia e presidente Ac Brescia, Roberto Gaburri, del segretario del Comitato organizzativo nazionale Giuseppe Cherubini, e dei sindaci di Recanati, Francesco Fiordomo, e di Sarnano, Franco Ceregioli.

Dopo lo straordinario successo di pubblico della passata edizione, quando la macchina organizzativa ha coinvolto oltre quattrocento vetture, tremila persone per un totale di novemila camere prenotate e circa quattromila pasti serviti lungo tutto il percorso, venerdì 15 maggio bolidi provenienti da tutto il mondo attraverseranno la provincia di Macerata, le cui bellezze naturali e artistiche hanno conquistato i cuori dei concorrenti nel 2014.

435 auto passeranno per Macerata attorno alle 13 di venerdì 15 maggio, precedute alle 11 dai due tributi alla Mercedes e alla Ferrari.

Confermate protagoniste per questa edizione anche Recanati e Sarnano.

“Il 15 maggio”, ha dichiarato Romano Carancini, “Macerata sarà teatro di una straordinaria emozione, perché passato e futuro si incontreranno quando le auto della corsa più bella del mondo potranno apprezzare l’orologio del ’500 che ricollocheremo il prossimo 18 aprile. Non c’è solo un valore di passaggio, emblematico, della manifestazione”, ha continuato il sindaco di Macerata, “per noi è una scelta politica e amministrativa quella di attirare pubblico nei nostri territori per farne conoscere non solo le bellezze naturali, storiche e culturali ma anche la capacità di accogliere tipica della nostra gente”.

L’Automobile Club Macerata in collaborazione con il Comune di Macerata ha deciso di intitolare a Luigi e Lodovico Scarfiotti, rappresentanti di maggior prestigio dell’automobilismo che il territorio maceratese abbia espresso, le cinque prove di regolarità che si effettueranno in città nella seconda tappa della Mille Miglia, il prossimo 15 maggio.

Enrico Ruffini, presidente Ac Macerata e membro del Comitato d’onore Mille Miglia, ha sottolineato come questo sia un evento diverso da tutti gli altri “perché non è legato solo al momento, ma ha un’eco che proietta Macerata a livello mondiale in una preziosa sintesi che coniuga storia, cultura e sport. Solo la Mille Miglia, infatti, riesce a trasmettere quell’energia speciale in grado di coinvolgere migliaia di persone. Intitolare a Luigi e Lodovico Scarfiotti le prove cronometrate di Macerata è un modo per ricordare un capitolo fondamentale dell’automobilismo marchigiano”.

Il sindaco di Sarnano, Franco Ceregioli, ha assicurato che anche in questa occasione la comunità sarnanese darà il massimo affinché i partecipanti portino con sé l’impressione migliore possibile del territorio così da averne nostalgia e tornare.

Anche il sindaco di Recanati ha voluto ribadire che il passaggio della Mille Miglia sarà preparato come una festa, “che renderemo memorabile anche quest’anno per rendere omaggio all’onore che gli organizzatori hanno voluto farci”.

Il presidente della Mille Miglia Roberto Gaburri ha ricordato la figura di uno dei fondatori della manifestazione, Giovanni Canestrini, quando nel 1956 disse che “la maggioranza dei concorrenti partecipano solamente per avere la soddisfazione di portarla a termine”. “Mille Miglia è il secondo marchio più conosciuto al mondo, dopo la Ferrari”, ha dichiarato il segretario del Comitato organizzativo Giuseppe Cherubini, “e siamo stati premiati in Germania come evento motoristico più bello al mondo”.

Manifestazione sportiva che per un arco di tre decenni ha unito l’Italia, la Mille Miglia è nata nel 1927 quando quattro appassionati del settore automobilistico sportivo hanno ideato una corsa di circa 1600 km (da qui il nome mille miglia), che da Brescia raggiungeva Roma e faceva ritorno nel capoluogo lombardo.

Oltre a favorire la passione per l’automobilismo l’iniziativa in pochi anni ha raggiunto grande prestigio anche internazionale ed ha favorito il miglioramento della viabilità ed ha contribuito al progresso dell’automobile in Italia. L’ultima edizione si è svolta nel 1957.

Macerata è stata attraversata dalle prime 11 edizioni nell’anteguerra, dal 1927 al 1937, durante il percorso di ritorno dalla capitale prima di far affrontare ai piloti la riviera adriatica verso nord e la pianura padana.

La famiglia Scarfiotti, la più famosa per l’automobilismo maceratese, ha visto prima Luigi Scarfiotti, successivamente deputato del Parlamento italiano, disputare otto edizioni dal 1928 al 1938 con vetture Lancia, Alfa Romeo e Maserati, cogliendo un importante terzo posto assoluto nel 1932, quinto assoluto nel ’33.

Il figlio Lodovico, nato nel 1933, dalla carriera sportiva più vicina ai giorni nostri – basti ricordare che ha vinto a Le Mans, nell’Europeo montagna e in F.1 sempre su Ferrari – ha partecipato all’edizione 1956 aggiudicandosi la categoria turismo-gran turismo classe 1100 con una Fiat.

La 33esima edizione vedrà la gara anticipata da un tributo dedicato a 60 Mercedes e 60 Ferrari. La partenza da Brescia è prevista nel primo pomeriggio del 14 maggio con la chiusura della prima tappa a Rimini-San Marino. Il 15 maggio sarà la volta delle Marche con l’attraversamento, nella provincia di Macerata, dei Comuni di Recanati, Macerata e Sarnano (previsto per il pomeriggio), per poi proseguire verso Ascoli Piceno e quindi verso il Lazio e la capitale. Novità di questa edizione: la terza tappa si concluderà a Parma. La quarta, come da tradizione, il rientro a Brescia domenica 17 maggio.

Informazioni

Data di pubblicazione23/02/2015
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Sarnano
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata