Sarnano-Sassotetto, prove ufficiali disputate: migliori tempi di Fattorini tra le moderne e di Peroni tra le storiche

Giornata intensa di prove sul percorso del Trofeo Scarfiotti, con i 200 piloti verificati che hanno preso le misure degli impegnativi 8877 metri di gara, nel 50° anniversario dalla prima edizione.
Sarnano (Macerata) – In una bellissima giornata di sole, ma anche di vento e di freddo che hanno reso limpidissimo il suggestivo panorama, si sono disputati i due turni del Trofeo Lodovico Scarfiotti/Sarnano-Sassotetto, doppio appuntamento tricolore sui Monti Sibillini, nel cuore dell’Appennino maceratese, con circa 200 piloti. Nel pomeriggio di ieri ha dovuto purtroppo dare forfait uno dei protagonisti più attesi, il catanese Domenico Cubeda, coinvolto incolpevolmente in un incidente stradale. E’ stato trasferito all’Ospedale di Macerata, dove gli hanno riscontrato una leggera frattura allo sterno che lo obbligherà ora a circa un mese di riposo.
Al mattino sono saliti i protagonisti della gara auto moderne per le prove, che hanno praticamenti tutti migliorato il tempo in progressione: migliore prestazione per l’orvietano Michele Fattorini (Osella Fa30-Zytek) che con il tempo di 3’57”82 ha preceduto il sassarese Omar Magliona (Osella Pa2000) di soli 1”24. Terzo tempo per un altro sassarese, Sergio Farris su Osella Pa2000Evo. Nelle altre categorie si sono messi in luce l’eugubino Giovanni Rampini su Osella Pa21 (gruppo CN), il teramano Marco Gramenzi su Alfa Romeo 4C MG001 Furore-Zytek (E2SH), il foggiano Lucio Peruggini su Lamborghini Huracan (GT), l’orvietano Daniele Pelorosso su Renault Clio Proto (E1 Italia), il bolzanino Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer Evo (A), il teramano Gianluca Paloschi su Citroen Saxo (Produzione E), il potentino Rocco Errichetti su Citroen Saxo (N), il trentino Marco Cappello su Honda Civic Type R (Produzione S), il tarantino Vito Tagliente su Mini Cooper S (RS Plus) e il fasanese Oronzo Montanaro su Mini Cooper (RS). Terminati i due lunghi turni di prove delle moderne è stata la volta delle ammiratissime auto storiche nel pomeriggio, dove si è messo in luce il fiorentino Stefano Peroni (Martini Mk32-Bmw) con il tempo di 4’30”84, ma ha poi dovuto fermarsi per noie alla trasmissione. Lontani gli altri con il trentino Adolfo Bottura su Osella Pa9/84-90 migliore del 4° Raggruppamento, il fiorentino Giuliano Peroni su Osella Pa3 nel 2°, il maceratese Andrea Stortoni su Lotus XI Le Mans nel 1° e il torinese Giorgio Michele Tessore su Porsche 911SC nel 3°.
Domani mattina la giornata si aprirà con Il Trofeo Storico Scarfiotti alle ore 9, seguirà il Trofeo Lodovico Scarfiotti per auto moderne alle ore 10,30 circa. Le premiazioni, separate, saranno presso il Centro Congressi.
Domani ci sarà la presenza del “pilota-gentiluomo” Edo Varini, come testimonial della manifestazione, reduce da un’apprezzata apparizione a “Uomini e Donne” di Maria De Filippi. Il pilota emiliano, esperto di gare endurance sarà presente sulla linea di partenza della gara e nel paddock.
Migliori tempi prove Trofeo Scarfiotti (CIVM-TIVM): 1° Fattorini (Osella Fa30-Zytek) in 3’57”82; 2° Magliona (Osella Pa2000-Honda) 3’59”06; 3° Farris (Osella Pa2000) 4’02”78; 4° Vacca (Osella Pa2000-Honda) 4’04”31; 5° Nappi (Osella Pa30) 4’07”45.
Migliori tempi prove Trofeo Storico Scarfiotti (CIVSA): 1° Peroni S. (Martini Mk32-Bmw) in 4’30”84; 2° Lavieri (Ralt Rt32) 4’45”39; 3° Bottura (Osella Pa9/84-90) 4’51”00; 4° Peroni G. (Osella Pa3) 5’04”71; 5° Nocentini (Osella Pa9/90) 5’13”11.

Contenuto inserito il 27/04/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità